DJ

Musica, Economia e non solo

today5 Aprile 2020 165 6 5

Background
share close

Il punto centrale della musica digitale è il pascolo senza rischi”

Cory Doctorow, giornalista canadese e co-editore e del blog insolito Boing Boing, è un attivista a favore della liberalizzazione delle leggi sul copyright e un sostenitore dell’organizzazione no-profit Creative Commons dedicata all’ampliamento della gamma di opere creative disponibili per gli altri costruire legalmente e condividere. Doctorow e altri continuano a scrivere in modo prolifico sui cambiamenti apocalittici che devono affrontare la proprietà intellettuale in generale e l’industria musicale in particolare.

In questo articolo, esploreremo il cataclisma che sta affrontando l’industria statunitense attraverso l’esempio del portale dell’industria musicale, un’industria semplice rispetto a quelle dell’automotive o dell’energia. Tuttavia, nella semplicità di questo esempio possiamo scoprire alcune lezioni che si applicano a tutti i settori.

Nel suo articolo web, “The Inevitable March of Recorded Music Towards Free”, Michael Arrington ci dice che le vendite di CD musicali continuano a precipitare in modo allarmante. “Artisti come Prince e Nine Inch Nails stanno prendendo in giro le loro etichette e regalando musica o dicendo ai loro fan di rubarla… I Radiohead, che non sono più controllati dalla loro etichetta, la Capitol Records, hanno messo in vendita il loro nuovo album digitale sul Internet a qualunque prezzo la gente voglia pagare per questo.” Come molti altri hanno ripetuto negli ultimi anni, Arrington ci ricorda che, a meno che non si possano creare efficaci impedimenti legali, tecnici o altri artificiali alla produzione, “la semplice teoria economica impone che il prezzo della musica [deve] scendere a zero man mano che più ‘concorrenti’ (in questo caso, gli ascoltatori che copiano) entrano nel mercato”.

A meno che i governi sovrani che aderiscono alla Convenzione sul copyright universale non prendano misure drastiche, come la proposta tassa obbligatoria sulla musica per sostenere l’industria, non esistono praticamente barriere economiche o legali per impedire che il prezzo della musica registrata scenda verso lo zero. In risposta, artisti ed etichette probabilmente torneranno a concentrarsi su altri flussi di entrate che possono e saranno sfruttati. In particolare, questi includono musica dal vivo, merchandising e copie fisiche in edizione limitata della loro musica.

Secondo l’autore Stephen J. Dubner, “La cosa più intelligente dei Rolling Stones sotto la guida di Jagger è l’approccio aziendale e a regola d’arte della band ai tour. L’economia della musica pop include due principali flussi di entrate: le vendite di dischi e i profitti dei tour. Le vendite di dischi sono un ) imprevedibile e b) diviso tra molte parti.Se impari a viaggiare in modo efficiente, nel frattempo, i profitti, inclusi non solo la vendita dei biglietti ma anche la sponsorizzazione aziendale, la vendita di t-shirt, ecc., possono essere sbalorditivi. Puoi essenzialmente controllare quanto guadagni aggiungendo più date, mentre è difficile controllare quanti dischi vendi”. (“Mick Jagger, Profit Maximizer,” Freakonomics Blog, 26 luglio 2007).

Per ottenere un controllo sui problemi causati dai media digitali nell’industria musicale, ci rivolgiamo ai dati su cui l’industria fa più affidamento. Questi dati provengono da Neilsen SoundScan che gestisce un sistema per la raccolta di informazioni e il monitoraggio delle vendite. Più rilevante per l’argomento di questa colonna, SoundScan fornisce il metodo ufficiale per monitorare le vendite di prodotti musicali e video musicali negli Stati Uniti e in Canada. L’azienda raccoglie dati su base settimanale e li rende disponibili ogni mercoledì agli abbonati di tutti gli aspetti dell’industria musicale. Questi includono dirigenti di case discografiche, case editrici, rivenditori di musica, promotori indipendenti, produttori e distributori di intrattenimento cinematografico e società di gestione degli artisti. Poiché SoundScan fornisce i dati sulle vendite utilizzati da Billboard, la principale rivista di settore, per la creazione delle sue classifiche musicali, questo ruolo rende effettivamente SoundScan la fonte ufficiale dei record di vendita nell’industria musicale.

Quo Vadis? Secondo Neilsen Soundscan, “In un mondo mediatico frammentato in cui la tecnologia sta rimodellando le abitudini dei consumatori, la musica continua a essere la colonna sonora della nostra vita quotidiana. Secondo Music 360 2014, il terzo studio approfondito annuale di Nielsen sui gusti, le abitudini e le preferenze di Ascoltatori di musica degli Stati Uniti, il 93% della popolazione del paese ascolta musica, trascorrendo più di 25 ore alla settimana sintonizzandosi sui propri brani preferiti”.

Per la maggior parte degli americani, la musica è la principale forma di intrattenimento. In un sondaggio del 2014, il 75% degli intervistati ha dichiarato di aver scelto attivamente di ascoltare musica rispetto ad altri media di intrattenimento. La musica fa parte della nostra vita in ogni momento della giornata. Un quarto dell’ascolto della musica avviene durante la guida o la guida di veicoli. Un altro 15% del nostro tempo settimanale di musica si svolge al lavoro o mentre svolgiamo le faccende domestiche.

Non è stata una sorpresa negli ultimi cinque anni che le vendite di CD siano diminuite mentre l’ascolto dei download e le vendite sono aumentate. Bob Runett di Poynter Online commenta: “Inizia ad agitare gli accendini e a dondolare da un lato all’altro: la relazione amorosa tra gli appassionati di musica e i loro telefoni cellulari sta diventando più intensa. I telefoni con funzionalità musicali spiegheranno.

Written by: Olga Visconte (Roma)

Rate it

Previous post

Events

Esercitarsi in pubblico rende perfetti: come giocare per i tuoi fan ti rende migliore

Price, 57 anni, ha suonato musica per quasi tutta la sua vita, a cominciare dal pianoforte quando aveva cinque anni. Ma nell'autunno del 2009, la chitarra era ancora qualcosa di misterioso per lei. Suonava da solo un paio di mesi e stava lottando un po' con le nuove sfide. Eppure, invece di rintanarsi nel suo soggiorno per esercitarsi fino a quando non si è sentita più sicura di sé, ha […]

today4 Aprile 2020 23 7 5


0%