Electronic music

Una donna aiuta la progressione nella musica?

today24 Marzo 2020 9

Background
share close

Con l’arrivo rapido della stagione dei festival, ci viene costantemente ricordato la continua mancanza di diversità nelle nostre formazioni. Con uno studio recente che indica che l’86% delle formazioni di 12 importanti festival musicali dell’anno scorso, tra cui Glastonbury, Reading, Leeds e Creamfields, erano uomini, sembra che le orecchie in alto non siano ancora disposte a rompere il club per ragazzi che compone il nostro industria della musica dal vivo.

Senza musica la vita sarebbe un errore.

Questo non vuol dire che la diversità – e la domanda – non ci sia. Con collettivi come SIREN e Discwoman che difendono il talento femminile nella scena della musica elettronica e artisti come Björk, Grimes e Kesha che parlano in difesa dei diritti delle donne nel settore, non è mai sembrato un momento più appropriato per dare una scossa alle nostre formazioni. Un gruppo che non vuole aspettare che l’industria più ampia ne prenda atto è il Sad Grrrls Club. Originariamente fondata da Rachel Maria Cox come etichetta discografica e agenzia di prenotazione per supportare atti non binari e femminili e sfidare la scena musicale dal vivo australiana dominata dagli uomini, Cox ha ampliato l’organizzazione dalle sue radici fai-da-te a festival musicali a tutti gli effetti prendendo posto in due città.

Ispirato al movimento Riot Grrrl e alla Sad Girl Theory di Audrey Wollen, il Sad Grrrls Fest mette in mostra band e musicisti che hanno almeno un membro femminile o non binario. Ma le formazioni di sole donne stanno abbattendo il divario di genere o ampliandolo ulteriormente? Di seguito abbiamo incontrato il fondatore del festival per discutere di politiche spaziali più sicure, del sessismo inverso e del potere di esprimere le nostre emozioni.

Written by: Olga Visconte (Roma)

Rate it

Previous post

DJ

Come commercializzare la musica: un’efficace formula di marketing musicale in 3 fasi che funziona

Come commercializzare la tua musica in modo più efficace Saper commercializzare la tua musica è senza dubbio LA cosa più importante che puoi fare per il tuo business musicale e la tua carriera musicale nel suo insieme. Sai che è qualcosa che deve essere gestito e se non ti stai sforzando di imparare a commercializzare la tua musica in modo più efficace, allora dovresti sapere che, per lo meno, non […]

today22 Marzo 2020 11 1 2


0%